fbpx

Torre Fortebracci

Nell’anno 1433 il capitano di ventura Niccolò Fortebraccio, a causa delle lotte tra guelfi e ghibellini per il controllo del territorio, distrusse il borgo appiccando un incendio che rase al suolo l’intero città. Uno degli edifici  scampati all’incendio fu una torre posta sul ciglio di uno sperone tufaceo a fianco delle mura del periodo basso medievale  e che oggi prende il nome proprio da quel capitano di ventura. Questo tipo di costruzione annesso alla casa della famiglia proprietaria, era un simbolo di potenza e apparteneva alla categoria delle case-torri. Il termine spiega l’uso sia abitativo che difensivo di queste tipiche strutture. Viene collocata nel periodo storico XII /XIII secolo.

Come raggiungere la Torre Fortebracci: