L’Antichissima Città di Sutri (anticamente Sutrium), sorge su un imponente rilievo di tufo che domina la via Cassia. Le sue origini sono molto antiche, probabilmente risalenti all’età del bronzo, e presenta evidenti testimonianze del suo passato, alcuni frammenti di vasellame indicano la presenza dell’uomo già nell’Età del Bronzo (circa X secolo a.C.). La fondazione della città è, secondo la leggenda, da attribuirsi ad un antico popolo di navigatori orientali, i Pelasgi ; mentre altre leggende, più folcloristiche, parlano della fondazione ad opera del Dio Saturno che apparve a cavallo sul territorio con tre spighe di grano in mano, come nello stemma ufficiale del comune. Posta alla base del Complesso Vulcanico-Montuoso dei Monti Cimini, la città antica venne ad impiantarsi lungo un naturale corridoio di collegamento tra l’Etruria meridionale ed il mar Tirreno, lungo l’asse viario che collegava Roma con i territori del nord. Prima della conquista ad opera degli Etruschi, la città di Sutri è assimilabile ad un piccolo centro rurale sotto il controllo dei Falisci.

×
×

Carrello